“La comunità, luogo del perdono e della festa” mi aiuta a vivere

don Stefano Buttinoni

 

Recensire un libro così mi fa tremare di paura. Sarebbe un po’ come recensire la Bibbia!

Con le dovute proporzioni e considerando l’iperbolicità della battuta, non credo di essere lontano dal vero. Questo testo potrebbe proprio essere considerato la Bibbia della vita di comunità. Non per niente dopo averlo letto a pezzi in gioventù, mi è stato assegnato come testo spirituale nel biennio teologico in Seminario.

Nella vita comunitaria ci vuole una guida, proprio una mappa, altrimenti ci si perde; così questo libro è diventato un “manabile” quotidiano: l’ho sottolineato, vergato a mano di appunti chiosando ogni passaggio chiave e illuminante. C’erano pagine con le “orecchie”, altre sgualcite. Purtroppo quel libro tanto usato e tanto amato non l’ho più, perché mi è stato rubato! E perché ve lo racconto? Perché è la dimostrazione che la vita di comunità è fatta anche di cose come il furto di un libro sgualcito.

Proprio su queste cose così banali e apparentemente marginali si gioca la potenza della vita comunitaria e la crescita dei singoli che vivono in comunità: una festa che nasce dal perdono; ma se non hai una mappa, un tracciato, ti perdi, proprio come si perdono tante persone a proposito della casa che è la Chiesa e la lasciano per colpa dei suoi abitanti così fragili e scandalosi.

Jean Vanier con la sua più che cinquantennale esperienza di vita comunitaria ha scorto tesori dove altri non spolveravano più, ha scavato tesori in campi incolti, ha rintracciato perle preziose dove altri sentivano solo odore di marcio. I suoi strumenti, le sue scoperte, le sue tecniche, i suoi stupori, le sue soste di meditazione sono raccolte qui.

Va letto a piccoli brani, mezza pagina al giorno, a piccole dosi, frugando nell’indice. Non si può non averlo; tutti devono averlo: dalla piccola comunità domestica, alla Comunità di accoglienza, alla grande casa che è la Chiesa. Jean ci ha lasciato un dono. Oggi io ne ho due copie e voi ora forse ne intuite il perché.

#jeanvanier

 

Jean Vanier, La comunità luogo del perdono e della festa, Jaka Book