Ma come vorrei avere i tuoi occhi,
spalancati sul mondo come carte assorbenti
e le tue risate pulite e piene, quasi senza rimorsi o pentimenti,
ma come vorrei avere da guardare,
ancora tutto come i libri da sfogliare
e avere ancora tutto, o quasi tutto, da provare...

{cit. F. Guccini}